TETTOIA NEI BALCONI

1251651046.2

Cassazione del 16 maggio 2017 n. 12190 La Cassazione, dopo aver ribadito che il regolamento di condominio può legittimamente dare del limite del decoro architettonico una definizione più rigorosa di quella  accolta nell’art. 1120 c.c., estendendo il divieto di innovazioni sino a imporre la conservazione degli elementi attinenti alla simmetria, all’estetica, all’aspetto generale dell’edificio, quali […]

Approfondisci

VIOLAZIONE REGOLAMENTO CONDOMINIALE

1norm

Cassazione Civile, Sez. I, 7 febbraio 2017 n. 3221 “La violazione del regolamento condominiale, in riferimento alla destinazione d’uso di alcune unità immobiliari dell’edificio, impone l’accertamento in concreto della insussistenza delle condizioni previste negozialmente dai condomini, a prescindere da eventuali autorizzazioni amministrative di segno opposto”. La sentenza in commento ha motivato la massima in oggetto […]

Approfondisci

PRESCRIZIONE DEL COMPENSO DELL’AMMINISTRATORE E DELLE SOMME ANTICIPATE

9e31cdfd-4b98-47be-bce1-b97d1ed1b70b-original

Cassazione 4 ottobre 2005 n.19348 La Cassazione ha ritenuto che il credito per somme di denaro anticipate nell’interesse del condominio non possa essere assoggettato alla prescrizione quinquennale di cui all’art. 2948 n. 4 c.c., dovendosi ricondurre all’art. 1720 primo comma c.c. la relativa “causa petendi”, con conseguente applicazione della prescrizione decennale, non trattandosi di una […]

Approfondisci

RUMORI E SCHIAMAZZI

Vita-di-condominio-21-1728x800_c

Cassazione Penale 16 giugno 2017 n. 30189 Il titolare di una pizzeria situata in uno stabile condominiale ha proposto ricorso avverso la sentenza del Tribunale che lo aveva condannato alla pena dell’ammenda per il reato di cui all’art. 659 c.p. (Disturbo delle occupazioni o del riposo delle persone). La Cassazione ha precisato che la rilevanza […]

Approfondisci

TERMINE PER I DANNI SUBITI

umschuldung-baufinanzierung

Cassazione Civile, Sez. II, 28 marzo 2017, n. 7940 “I danni derivati al compratore di un immobile per l’inadempimento del venditore all’obbligo di consegnarglielo, dopo l’ottenimento del trasferimento coattivo della proprietà di esso (art. 2932 c.c.), decorrono dalla data stabilita per la stipula del definitivo, sostituito “inter partes”, con identico contenuto, dalla sentenza costitutiva, e […]

Approfondisci

ESCLUSA RESPONSABILITÀ DEL CONDOMINIO PER LA CONDENSA

depositphotos_9811160-stock-photo-white-wall-with-peeling-paint

Cassazione ordinaria 22 giugno 2017 n. 15615 I proprietari di un appartamento avevano agito nei confronti del condominio, che ritenevano responsabile per la presenza di infiltrazioni di umidità nell’unità immobiliare di loro proprietà. Il CTU aveva accertato che le infiltrazioni di umidità nei vani letto dell’appartamento, erano state provocate dal fenomeno della condensazione e aveva escluso […]

Approfondisci

TERZO CREDITORE DEL CONDOMINIO

Gavel and money in wallet on wooden background

Cassazione ordinaria 9 giugno 2017 n. 14530 Ogni qual volta l’amministratore contrae con un terzo, coesistono distinte obbligazioni concernenti, rispettivamente, l’intero debito e le singole quote, facenti capo, la prima al condominio, rappresentato dall’amministratore e le altre ai singoli condomini, tenuti in ragione e nella misura della partecipazione al condominio ai sensi dell’art. 1123 c.c. […]

Approfondisci

RECUPERO DEL CREDITO DAL CONDOMINO MOROSO

recupero-crediti-1

Cassazione Civile del 28/04/2017 n. 10621 L’amministratore agisce per il recupero del credito avverso il condomino moroso, sulla base del solo preventivo di spesa approvata e senza la contestuale approvazione del piano di riparto. La Corte di Cassazione sancisce che l’ obbligo del condomino di corrispondere le spese condominiali, in quanto proprietario, sorge nel momento […]

Approfondisci

BARBECUE IN CONDOMINIO

81QwTNtASAL._SL1500_

Cassazione del 20 giugno 2017 n. 15246 Il proprietario dell’appartamento soprastante ha citato in giudizio il proprietario dell’appartamento sottostante al piano terreno, chiedendo la rimozione di un barbecue costruito a circa 1 metro dalle sue finestre. La Cassazione ha ritenuto applicabile l’art. 890 c.c. , che prevede  che chi vuole fabbricare presso il confine, forni […]

Approfondisci

PLUSVALENZA DELLA CESSIONE DI AREE EDIFICABILI

imm_180-1280-

Cassazione del 20 aprile 2016 n. 7853  Nella sentenza  20 aprile 2016, n. 7853 i Giudici della Cassazione hanno confermato, in continuità con l’orientamento pregresso, che ciò che si rileva ai fini dell’applicazione dell’art. 67, comma 1, lett. a) del T.U.I.R., ovvero ai fini dell’applicazione della plusvalenza relativa alla cessione di aree edificabili, non è […]

Approfondisci

1 2 3
top