CHIARIMENTI DI TELEFISCO SUL BONUS VERDE

verde

Contabilità e fiscalità

Da Telefisco 2018 arrivano i primi chiarimenti relativi al bonus verde introdotto con la legge di stabilità 2018 (L. 205/2017)

Ricordiamo che il bonus verde consiste in una detrazione Irpef del 36% sulle spese sostenute per la sistemazione di giardini, terrazzi, coperture. Il limite massimo di spesa per ogni unità immobiliare è di euro 5 mila, da ripartire in 10 quote annuali di pari importo (in parole povere, la detrazione massima annua è di euro 180,00 per complessivi euro 1.800 nell’arco di un decennio).

Nel corso di Telefisco 2018, l’Agenzia ha precisato che:

  • non sono agevolabili le spese per la manutenzione ordinaria annuale di giardini preesistenti (sia privati che condominiali);
  • non sono nemmeno agevolabili i lavori in economia (effettuato fai da te, dal contribuente) sul proprio giardino o terrazzo;
  • se la manutenzione è connessa ad un intervento idoneo al bonus, come la sistemazione a verde o la realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili, allora è agevolabile;
  • se l’intervento è effettuato  sia su parti comuni che su parti private, il bonus spetta entrambe le volte. Il limite di spesa per singolo intervento resta 5 mila euro, ma si può pertanto usufruire su un bonus complessivo di euro 10.000;
  • il pagamento delle spese può avvenire con assegno, bancomat, carte di credito, bonifici ordinari;
  • non è prevista l’applicazione in capo ai prestatori la ritenuta dell’8%.
A cura della Dott.ssa Raffaella FIgini – CENTRO STUDI di ANACI LECCO

Tags

Lascia un Commento

top