IMPUGNAZIONE DELIBERE E COMPETENZA PER VALORE DEL GIUDICE DI PACE

giudice-giustizia jpg (1)

Regolamento, gestione dei sinistri, controversie

Cassazione ordinanza del 28 agosto 2018 n. 21227

La vicenda oggetto di esame concerne l’impugnazione di tre delibere condominiali da parte di un condomino, che contestava la debenza di alcuni importi,  inferiori a Euro 5.000,00. Il Tribunale, avanti al quale il condomino aveva proposto l’azione, aveva dichiarato la propria incompetenza per valore in favore del Giudice di Pace.

Il condomino era ricorso in Cassazione e la Suprema Corte ha ritenuto che, ai fini della determinazione della competenza per valore in relazione a una controversia avente a oggetto il riparto di una spesa approvata dall’assemblea di condominio, anche se il condomino agisce per sentir dichiarare l’inesistenza del suo obbligo di pagamento sull’assunto della invalidità della deliberazione assembleare, bisogna far riferimento all’importo contestato, relativamente alla sua singola obbligazione e non all’intero ammontare risultante dal riparto approvato dall’assemblea.

La Cassazione ha quindi confermato la competenza per valore del Giudice di Pace.

A cura dell’Avv. Laura Torri – CENTRO STUDI ANACI LECCO

Tags

Lascia un Commento

top