SOPRAELEVAZIONE: ASPETTO E DECORO ARCHITETTONICO

sopraelevazione

Danni e responsabilità

Cassazione ordinanza 12.09.2018 n. 22156

Nell’ordinanza in esame, la Cassazione si è pronunciata in merito alla realizzazione da parte di una condomina, di una veranda costruita sul terrazzo di copertura dell’unità immobiliare di sua proprietà.

Tale intervento è stato qualificato come sopraelevazione ed è  stato giudicato lesivo non soltanto del decoro architettonico dello stabile condominiale ai sensi dell’art. 1120 c.c., ma anche dell’aspetto architettonico ex art. 1127 c.c.

La Suprema Corte ha evidenziato che le nozioni di aspetto architettonico ex art. 1127 c.c. e di decoro architettonico ex art. 1120 c.c., pur differenti, sono strettamente complementari e non possono prescindere l’una dall’altra, sicché anche l’intervento edificatorio in sopraelevazione deve rispettare lo stile del fabbricato, senza recare una rilevante disarmonia al complesso preesistente, sì da pregiudicarne l’originaria fisionomia ed alterarne le linee impresse dal progettista.

A cura dell’Avv. Laura Torri – CENTRO STUDI ANACI LECCO

Tags

Lascia un Commento

top